Max Pezzali e l’Uomo Ragno: 20 insieme a ritmo rap

“Chi ha ucciso l’Uomo Ragno” è il disco che ha unito una generazione. Ora torna in edizione speciale con i rapper ad affincare l’artista di Pavia. Che ritrova anche Mauro Repetto

di Fabrizio Basso

Sono passati due decenni da quando Hanno ucciso l’uomo ragno, uno degli album più significativi degli anni Novanta fece la sua comparsa sulla scena pop. Con oltre 600milamila copie vendute e un filotto di settimane in testa alle classifiche, l’album è diventato la colonna sonora di un’intera generazione. Era il 1992 e a cantarla era un gruppo che portava il nome di una Harley Davidson, la 883. Dietro questa sigla c’erano Max Pezzali e Mauro Repetto, entrambi da Pavia. A vent’anni dalla pubblicazione dell’album, il 12 giugno 2012 esce una speciale riedizione con tutte le canzoni riarrangiate e reinterpretate da Max Pezzali in compagnia dei più importanti rapper italiani, da J-Ax ai Club Dogo, dai Two Fingerz a Emis Killa.

Come nasce l’idea di congiurare con l’hip hop?
Da tempo volevo organizzare un qualcosa di particolare per festeggiare degnamente un album importante, non solo per me, ma per un’intera generazione. L’idea di coinvolgere i più importanti rapper italiani è arrivata l’anno scorso, quando agli Mtv Day mi sono ritrovato sul palco con i Club Dogo che cantavano a memoria tutte le mie canzoni.
Incuriosisce molto la scelta del rap, un genere che qui in Italia, nonostante i tanti interpreti di altissimo livello, non ha mai trovato molto spazio.
Purtroppo è vero. Oggi, se una cosa non è “televisiva”, non interessa a nessuno. Penso ai vari talent show, all’interno dei quali l’artista viene proprio costruito in base ai gusti del pubblico che alla fine ne decreta il successo.
Quale è il valore aggiunto del rap?
E’ l’unico territorio musicale dove si racconta la quotidianità dei ragazzi di oggi. Esattamente quello che facevamo io e Mauro Repetto all’inizio della nostra carriera.
A proposito di Mauro Repetto, è stato coinvolto nel progetto?
Assolutamente, era indispensabile che ci fosse.
Vi siete ritrovati?
Sì, dopo anni ed è stato come se ci fossimo salutati la settimana scorsa.
Ma che accadde tra voi?
Non abbiamo mai litigato, semplicemente la vita ci ha portato a fare scelte diverse.
Perché ha mollato?
In realtà lui se ne andò perché era consapevole di non avere un ruolo ben definito in quello che erano gli 883. Eravamo una coppia quando scrivevamo le canzoni ma la stessa alchimia non era riproducibile sul palco. Lui era come il dj di un gruppo rap, solo che noi non eravamo un gruppo rap.
Come ha scelto gli ospiti dell’album?
Onestamente non ero molto informato sui gruppi rap contemporanei, quindi mi sono affidato completamente all’esperienza di Don Joe dei Club Dogo.
Insomma ha delegato.
Lui ha scelto e contattato tutti gli artisti dell’album che sono stati entusiasti del progetto. La cosa che mi ha colpito di più è che ognuno di loro conosceva alla perfezione le mie canzoni.
Come presenterà l’album dal vivo?
Ci sto lavorando. Effettivamente non è semplice, perché mi piacerebbe portare in giro solo questo album, ma non è possibile. Sono solo 9 canzoni e anche aggiungendo altri brani dai primissimi dischi, certe canzoni non posso proprio lasciarle fuori dai concerti.
E i suoi rapper?
Mi piacerebbe riuscire ad averli come ospiti durante le varie tappe, magari organizzando un’unica data dove farli venire tutti.
In futuro c’è la possibilità di rivedere Max Pezzali e Mauro Repetto nuovamente insieme?
Perché no. Siamo stati entrambi entusiasti di tornare a lavorare insieme per questo progetto e soprattutto abbiamo entrambi una diversa consapevolezza e maturità rispetto agli esordi.
Lo scriviamo?
Non è facile perché Mauro ha un’altra vita, lavora e vive a Parigi. Però appena troveremo l’idea giusta, nulla ci impedirà di tornare insieme su un palco.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...